alsazia - colmar

Shopping culinario in Alsazia

Durante il mio viaggio in Alsazia della scorsa estate ho avuto modo di apprezzare l’ottima cucina locale e di dedicarmi con successo allo shopping culinario.
So che questo è periodo di diete ma il cibo è sempre parte integrante dei miei viaggi: mi piace assaggiare le specialità locali e portare a casa i prodotti tipici per poi condividerli con parenti e amici.
L’Alsazia mi ha dato tante soddisfazioni sotto questo punto di vista! Il cibo e il vino sono tenuti in alta considerazione e troverete deliziose botteghe dove fare shopping praticamente ogni due passi.
Numerosissime anche le Winstub, le osterie dove mangiare la cucina locale, ma se cercate qualcosa di più raffinato sappiate che praticamente in ogni paesino troverete un ristorante stellato Michelin.

Ma come si mangia in Alsazia?

La cucina alsaziana è profondamente intrisa di tradizioni di chiaro stampo germanico. I piatti sono pertanto piuttosto corposi e dai gusti decisi. Una delle preparazioni più note è senza ombra di dubbio la Choucroute ovvero un letto crauti ricoperti da diversi tagli di carne di maiale: salsiccia, pancetta, stinco o prosciutto. Provatelo con il Riesling locale o con una bella birra artigianale! Non meno impegnativo è il Baeckeoffe, uno stufato di carne e verdure marinate nel vino bianco. Per quanto riguarda il pesce, potete assaggiare la carpa fritta del Sundgau, servita con patate altrettanto fritte.
E per un pasto più veloce? Provate la Tarte flambée o Flammekueche: una sorta di pizza bianca molto sottile condita con panna acida, cipolle e pancetta. Ce ne sono diverse varianti, tra le quali quella ricoperta dal formaggio locale Munster.

Choucroute e Tarte flambèe © Mettersi in viaggio

Se vi manca un primo piatto vi consiglio gli spaeztle (un tipo di gnocchetti) gratinati sempre con il Munster.
E infine non poteva mancare il foie gras che è nato proprio in questa regione e viene servito con il pan brioche o con il tradizionale pain d’épices, il pane speziato.
Se vi rimane posto per il dolce provate la Tarte alsacienne, una torta alla crema con frutta locale, il Kugelhupf, una deliziosa brioche che troverete in vendita ovunque o il già citato pain d’épices, molto diffuso nella zona.

Ovviamente tutti i vostri pasti dovranno essere annaffiati dall’ottimo vino alsaziano: Gewurtztraminer, Riesling, Pinot Gris, Sylvaner o uno spumeggiante Crémant.

Cosa comprare

Ovviamente c’è l’imbarazzo della scelta!
Per quanto riguarda il vino, ho provato due cantine che mi sono sembrate ottime.
La prima si trova a Eguisheim (ma ha anche altre sedi), un paesino stupendo dove ci sono più cantine che abitanti. Si chiama Wolfberger e la trovate praticamente all’ingresso del paese. È una cooperativa attiva già dai primi del novecento e troverete un grandissimo assortimento di tutti i vini e i liquori della regione.
La seconda, Fritz-Schmitt si trova ad Ottrott ed è famosa soprattutto per la produzione dell’unico vino rosso d’Alsazia, il rouge d’Ottrott. Il punto vendita è minuscolo e, oltre ai loro vini (che potrete anche assaggiare), offre anche una selezione di conserve e terrine.

Foie gras e le marmellate di Christine Ferber © Mettersi in viaggio

Il foie gras lo troverete in ogni dove, vi segnalo comunque la storica casa George Bruck di Strasburgo, operativa dal 1852. Qui potrete acquistare qualsiasi tipo di foie gras (fresco o conservato) e altre prelibatezze alsaziane.
Una piccola chicca sono le squisite marmellate di Christine Ferber che troverete in qualche bottega specializzata o nel loro minuscolo punto vendita nell’altrettanto minuscolo paesino di Niedermorschwihr. Io, prima del viaggio in Alsazia, lo ignoravo, ma Christine Ferber è considerata la regina delle marmellate che produce artigianalmente utilizzando solo tegami di rame e un’infinita varietà di frutta, spezie e vino. Sono assolutamente divine e le vorrete comprare tutte!
Rimanendo sul dolce, ecco un posto dove acquistare il pain d’épices: Mireille Oster a Strasburgo. Produce pain d’épices di tutti i tipi (ci sono ben dieci varianti) e di tutte le forme, dai quadretti a quelle più elaborate e decorate per le feste.
Potrei andare avanti per ore ad elencare golosità da acquistare, ma chiudo qui perché a questo punto io avevo già la macchina piena e avrei potuto tranquillamente aprire un chiosco di prodotti tipici alsaziani a Milano!

Un po’ di indirizzi

Vino
Wolberger
6 Grand’Rue – Eguisheim
Fritz-Schmitt
1 rue des Châteaux – Ottrott

Foie gras
George Bruck
26 rue des Orfèvres – Strasbourg
Au marché de Riquewihr
8 Rue des Serruriers – Colmar 
40 Rue du Général de Gaulle – Riquewihr

Marmellata
Christine Ferber
18, rue des Trois Epis – Niedermorschwihr

Pain d’épices
Mireille Oster
14 Rue des Dentelles – Strasbourg

There are 4 comments for this article
  1. elena - viaggiodolceviaggio Gennaio 9, 2019 2:23 pm

    Caspita, viene davvero l’acquolina in bocca!

    • Polly Gennaio 9, 2019 3:00 pm

      Non ti dico che fatica resistere agli assaggi!

  2. Nicoletta Gennaio 9, 2019 2:44 pm

    Sembra tutto buonissimo… ma in particolare a me piace da morire il foie gras, dovrei davvero programmare un viaggio in Alsazia!

    • Polly Gennaio 9, 2019 3:00 pm

      Se ti piace da morire il foie gras direi che è proprio il posto che fa per te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.