florida - travelbook

Travelbook Florida, la guida su misura

Il progetto travelbook nasce dalla mia esigenza di avere qualcosa focalizzato su quello che realmente andrò a vedere e costruito su misura per me.

Tutto questo per vari motivi:

  • Mi ero stufata di portarmi in giro delle guide pesantissime e che, il più delle volte, utilizzavo in minima parte.
  • Mi sono inoltre accorta che il materiale che raccolgo io su internet è, la maggior parte delle volte, più aggiornato e più approfondito rispetto quello che trovo in commercio.
  • Infine, trovo molto più utile cercare online tutte le informazioni riguardanti hotel e ristoranti.

La soluzione è stata progettare un libro dedicato esclusivamente al viaggio che sto per effettuare.

Come nasce un Travelbook?

L’approccio è diverso a seconda che si tratti di un viaggio in un luogo già visitato oppure no.
Nel primo caso il lavoro è più semplice perché ho già un’idea di quello che vorrei vedere o approfondire. Nel secondo caso invece, a priori c’è una grande ricerca su internet di tutte le informazioni disponibili, successiva scrematura, definizione di un itinerario e costruzione dei contenuti da inserire nella guida.

La cosa più importante è definire come prima cosa l’itinerario. Solo dopo aver deciso cosa andare a vedere si può iniziare a pensare a quali informazioni includere nel travelbook.
Una volta che avrete raccolto tutto il materiale bisognerà dargli un ordine che sia per voi il più logico.
Io parto sempre dall’indice e poi passo ad inserire i testi seguendo l’ordine che mi sono prefissata e in modo da trovare subito quello che mi serve. Sembrerà ovvio, ma è molto utile ordinare i capitoli in modo che seguano cronologicamente il nostro percorso di viaggio.

La guida sulla Florida è il mio terzo progetto di questo tipo e si è un po’ evoluto rispetto a quello sul Giappone.

Visto che il compito principale del travelbook è quello di essere più maneggevole e più leggero di una guida completa, l’ho sottoposto ad un bel trattamento dimagrante.

Sono passata dalla copertina rigida a quella morbida e ho diminuito il numero delle pagine per gli appunti e le spese.
In sostanza questo è il formato che sto tuttora utilizzando, apportando mano a mano piccole modifiche per perfezionarlo sempre più.

Il Travelbook

Nella guida c’è sempre una prima parte riguardante l’itinerario a cui ho aggiunto, in questo caso, anche la distanza in miglia.

florida- travelbook
Travelbook © Mettersi in viaggio

La sezione riguardante informazioni e consigli, dove inserisco anche eventuali mappe dei mezzi pubblici o curiosità e consigli.

florida - travelbook
Travelbook © Mettersi in viaggio

Gli indirizzi utili, l’elenco dei ristoranti selezionati, gli hotel e il piano voli.

florida - travelbook
Travelbook © Mettersi in viaggio
There are 2 comments for this article
  1. elena - viaggiodolceviaggio Novembre 23, 2018 8:57 pm

    Ha qualcosa di maniacale questo lavorone…..e….mi piace da matti!!! Brava!

    • Polly Novembre 24, 2018 1:00 pm

      Hai ragione, qualcosa di maniacale c’è sicuramente, però mi dà tanta soddisfazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.