scozia castle stalker

Una settimana per innamorarsi della Scozia

Con la Scozia avevo un sospeso aperto dal lontano 2000. Quell’anno ero in Erasmus nel Devon e organizzai un weekend lungo a Edimburgo, promettendomi che sarei tornata finito l’anno universitario per un giro più approfondito di tutta la Scozia. Ovviamente una serie di imprevisti hanno reso impossibile quel viaggio e solo dopo 17 anni sono riuscita a mantenere la promessa.

La Scozia e le Highlands in particolare,  sono di una bellezza travolgente, una bellezza che ti fa dimenticare il freddo, la pioggia e l’umidità perenne.
Questo è l’agosto scozzese, o almeno, quello che ho trovato io.

scozia
Scozia © Mettersi in viaggio

Se decidete di affrontare un viaggio in Scozia in agosto non fate come me! Prenotate per tempo perché il turismo è davvero elevato. A parte però Edimburgo, dove ci si metteva anche il Festival ad attirare turisti da ogni dove, non ho trovato una folla devastante. Anche sull’isola di Skye, dove quasi tutti i B&B erano pieni, non ho mai avuto la sensazione di avere troppa gente intorno!

Avendo poco più di una settimana di tempo e volendo a tutti i costi visitare l’isola di Skye, il ritmo è stato abbastanza sostenuto. Tornando indietro rifarei più o meno lo stesso itinerario saltando forse Glasgow. Se avessi avuto invece qualche giorno in più, mi sarei spinta più a nord fino a John  O’ Groats.

Il mio itinerario in Scozia

  1. Milano – Edimburgo
  2. Edimburgo – Dunkeld – Pitlochry – Blair Castle – Elgin – Inverness
  3. Inverness – Castle Urquhart – Loch Ness – Fort Augustus – Eilean Donan – Skye
  4. Skye (Nest Point, Dunvegan Castle, Fairy pools, Talisker bay)
  5. Skye – Morar – Glenfinnan Monument – Fort William
  6. Fort William – Glen Coe – Castle Stalker – Loch Lomond – Glasgow
  7. Glasgow – Stirling Castle – Doune Castle – The Famous Grouse Experience – Rosslyn Chapel – Edimburgo
  8. Edimburgo
  9. Edimburgo
  10. Edimburgo-Milano
scozia - elgin cathedral
Elgin Cathedral © Mettersi in viaggio

I posti top della mia vacanza in Scozia

  1. L’isola di Skye, tutta, è imperdibile. Si rimane stregati dalla sua bellezza. Non perdetevi la baia di Talisker e la sua distilleria, ma soprattutto concedetevi un bel pasto a base di aragosta e ostriche al baracchino vista mare proprio dietro la distilleria. Un’esperienza mistica!
  2. La deliziosa cittadina di Pitlochry, dove si trovano anche la distilleria Edradour, la più piccola della Scozia e la famosa “salmon ladder”, una serie di vasche che consentono ai salmoni di sorpassare la diga sul fiume Tummel per proseguire il loro percorso. Purtroppo quando siamo arrivati noi non c’erano salmoni che risalivano le vasche.
  3. I castelli. Impossibile non citare Eileen Donan (il castello di Highlander), magnifico e tremendamente suggestivo, una tappa scontata di qualsiasi viaggio in Scozia. Menzione d’onore invece a Doune Castle (il castello di Outlander e di Winterfell di Game of Thrones), un castello affascinante dove anche gli interni sono stati lasciati volutamente spogli e, per questo, forse ancora più suggestivi.
  4. Le spiagge bianche di Morar che sembrerebbe di essere ai Caraibi non fosse per l’acqua gelida!
  5. Rosslyn Chapel, e non perché è una location de “Il Codice da Vinci”. Ma per la sua architettura elaborata e il suo simbolismo misterioso. Pare addirittura che da qualche parte sia nascosto il Sacro Graal.
  6. La cattedrale diroccata di Elgin che ci trasporta indietro nel tempo: è davvero suggestivo passeggiare tra le sue rovine.
  7. Edimburgo, una città splendida e folle nel periodo del Festival, dove ad ogni angolo puoi trovare un artista di strada o sentire una cornamusa. Meraviglioso anche il castello che la domina dall’alto.
scozia - eilean donan
Eilean Donan Castle © Mettersi in viaggio

Dormire in Scozia

Come dicevo, la Scozia in agosto è presa d’assalto. Se, come me, la visiterete in questo periodo vi consiglio di muovervi per tempo per non trovare prezzi folli. Per esempio la prima notte noi l’abbiamo passata 40 chilometri fuori da Edimburgo, a Larbert, dove abbiamo trovato lo Station Hotel (http://www.thestationhotellarbert.co.uk/) una sorta di pub/guesthouse dignitosa, anche se non bellissima. Abbiamo pagato circa 100€ per una stanza da 5 con bagno in comune. Ecco la privacy non era proprio un granché, ma per una notte, visti i prezzi in giro, è andata benissimo.

A Inverness abbiamo dormito invece in un bellissimo B&B: Seomarbreagha (http://seomarbreagha-apartment.invernesshotels-scotland.co.uk/it/), gestito dalla simpaticissima Karen (cha parla pure italiano e vi farà il caffè con la moka). Oltre ad essere una splendida padrona di casa, vi cucinerà una vera cena scozzese a base di prodotti locali. Non proprio a buon prezzo, ma ne vale davvero la pena!

scozia - skye - kilt rock
Skye – Kilt Rock © Mettersi in viaggio

Skye è stata un vero problema. Credo di aver setacciato tutti i B&B e gli hotel dell’isola, ma o erano pieni o avevano prezzi improponibili. Finché, ormai scoraggiata, non mando una mail all’ostello Dun Flodigarry (http://flodigarry-hostel.scot/) che, inaspettatamente, mi comunica di avere posto! Paghiamo circa 260€ per due notti in una stanza da 6 con bagno in comune.
L’ostello è un po’ vecchiotto, ma è pulito, ha una cucina splendida e la vista è spettacolare. Consigliato!

Anche a Fort William ho faticato non poco, ma per fortuna mi è venuta in aiuto la catena Travelodge che utilizzo spesso negli Usa.

Glasgow essendo meno turistica è stata più semplice da gestire. Abbiamo dormito all’Acorn Hotel (https://acorn-hotel.com/), carino, posizionato piuttosto bene e con colazione compresa.

A Edimburgo sembrava impossibile trovare un hotel a prezzi umani, ma alla fine anche qua abbiamo ripiegato su un travelodge ubicato davvero in pienissimo centro e ad un prezzo abbastanza onesto!

scozia - morar
Le bianche spiagge di Morar © Mettersi in viaggio

Come si mangia in Scozia?

Vi avverto: in Scozia si mangia benissimo! La cucina è un filino pesante, ma è gustosissima. I posti tipici in cui mangiare senza spendere una follia sono ovviamente i pub. Ricordate che in Scozia si cena prestissimo, entro le 19:30 massimo direi. Nelle grandi città l’orario è più flessibile, ma nei paesini potrebbe essere già tardi.

scozia - aragosta e ostriche
Aragosta e ostriche nella baia di Talisker © Mettersi in viaggio

Se vi manca il cappuccino vi consiglio di fare colazione alla Patisserie Valerie a Edimburgo (25 North Bridge, in pieno centro) . È una catena che potete trovare anche a Londra e prepara ottime colazioni per tutti i gusti.

Non nomino neanche il salmone affumicato che è davvero divino, non potete non assaggiarlo.

Altrettanto buono è il classico fish & chips preparato con l’ottimo pesce scozzese.

Ma in cima alla mia classifica c’è l’haggis, che a molti farà schifo, ma vi assicuro che è delizioso. Cos’è? Un insaccato tradizionale fatto con interiora, farina d’avena, cipolla, spezie e altre amenità, cotto nello stomaco di pecora. Una volta cotto si presenta come se fosse carne trita e si serve con neeps and tatties, purè di patate e rape.

scozia - menu
I piatti tipici scozzesi © Mettersi in viaggio

A colazione provate la Full Scottish Breakfast a base di uova, salsiccia, bacon, fagioli e black pudding, una sorta di sanguinaccio.

Uno tipico spuntino scozzese è lo scotch egg un uovo avvolto in un trito di carne, impanato e poi fritto!

Tremendamente deliziosa, cremosa e profumata è invece la Cullen Skink, una zuppa preparata con haddock affumicato (in italiano eglefino, un pesce simile al merluzzo), patate, cipolle e panna.

Vi consiglio anche di provare le numerose varianti di scotch pie, una sorta di torta salata a base di carne o pesce in uno scrigno di pasta brisé, di solito servita con patate schiacciate, salsa e piselli.

There are 3 comments for this article
  1. Karen Recupero Novembre 3, 2018 5:40 pm

    I just noticed your blog, and went on to read about your travels in Scotland, and your stay at my home.
    Thank you for the delightful comments you made. I am very pleased you enjoyed the hospitality.
    I am back in Italy, honing my skills for next year, when I may be adding a little fusion to my Highland recipes.
    All the best!
    Karen

    • Polly Novembre 3, 2018 11:13 pm

      Hi Karen! Thank you so much for visiting my blog. I really enjoyed your hospitality and I always tell about your wonderful cooking to all my friends!

  2. Karen Jane Recupero Novembre 4, 2018 9:09 am

    Hi Polly,
    I’m very glad you’ve passed on the good word.
    This past one has been a good season, and, as I said, I’m now in training for the next. Since I spend so much time in Italy, I’m going to apply to become a “Cesarina”, and do some more entertaining in Italy. I’m looking at a new house here, and it would be fantastic! We could even eat out. Not something easily contemplated in the Highlands.
    In any case, I will continue following your blog, which has been very well done, and who knows we may meet up again?
    All the best.
    Karen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.