usa west 2018

Go west, un viaggio nell’ovest americano

Tra meno di due mesi si riparte. Verso ovest. Verso Los Angeles per la precisione, per uno dei viaggi che amo di più, quello on the road.

Prima di parlare di questo viaggio devo fare una premessa: io gli Stati Uniti li amo alla follia. Amo gli spazi sconfinati, i contrasti, i paesaggi così diversi, le metropoli e i paesini così sperduti che ti chiedi, ma come fa la gente a vivere qui?

È un viaggio fatto di grandi parchi conosciuti come la Monument Valley, ma anche di piccole chicche e curiosità che tenevo chiuse nel cassetto da un po’. Per questo motivo mancheranno alcuni must dei viaggi verso ovest, ma avendo a disposizione 11 giorni, una scelta (personalissima) andava fatta.

5 posti che visiterò

  1. The Broad Museum – Los Angeles

    Foto presa dal sito ufficiale del museo

    Qualche tempo fa ho visto la foto di questa installazione di Yayoi Kusama e me ne sono innamorata. Si chiama Infinity Mirrored Room—The Souls of Millions of Light Years Away e solo un visitatore alla volta può entrare in questa stanza.

    Per questo motivo è meglio arrivare presto e prenotarsi subito per la visita al chiosco apposito all’interno al museo. L’ingresso a The Broad è gratuito, ma sul sito consigliano di prenotare comunque online il biglietto (i biglietti vengono messi in vendita il primo di ogni mese per il mese successivo).

    Il museo è aperto tutti i giorni tranne il lunedì.

  2. Salvation Mountain
    Forse vi ricorderete di Salvation Mountain dal film Into the wild.


    Questa montagna artificiale è stata costruita da Leonard Kinght per trasmettere un messaggio di amore universale.
    Si trova in California ad est del Salton Sea.
  3. Lower Antelope Canyon
    Non è (ancora) famoso come l’Upper Antelope, ma di sicuro in quanto a bellezza pare non sia da meno. Presto comunque lo scoprirò. La mia speranza è che la folla sia minore rispetto all’upper: l’ultima volta che lo visitai sembrava di essere da Harrods al primo giorno di saldi.
  4. Fire Wave – Valley of Fire
    Nel 2015 visitai questo piccolo parco a poca distanza da Las Vegas e purtroppo non potei fare il trail per la Fire Wave. Quest’anno non voglio perdermelo, visto che purtroppo ho perso la  lotteria per la ben più famosa The Wave. In ogni modo la Valley of Fire vale comunque una visita perché le sue rocce rosse sono davvero stupende.
  5. Seven Magic Mountains – Las Vegas
    Questa è un’altra installazione che non voglio perdermi. Inaugurata lo scorso aprile, è opera dell’artista svizzero Ugo Rondinone e sarà visitabile per due anni. È composta da sette colonne formate da massi dai colori sgargianti. L’intenzione dell’artista è di far riflettere sul rapporto tra l’ambiente incontaminato e l’intervento umano.
There are 2 comments for this article
  1. Nicoletta Marzo 16, 2018 8:22 am

    Bel programma raso! A me A parte il Lower Canyon questi posti mancano tutti!!

    • Polly Marzo 16, 2018 8:32 am

      Siccome sarà un viaggio composto da 2 persone che l’ovest l’hanno visitato più volte e da altre 2 che non ci sono mai state, ho cercato di conciliare alcuni luoghi classici e alcuni posti che mancavano pure a me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.